Avezzano vs Messina 35-0

Con la migliore difesa del campionato l’Avezzano Rugby riconquista il primo posto in classifica, vincendo in casa contro il Messina, 35 a 0. ” Dovevamo vincere tutte e due le partite con il bonus – ha dichiarato il presidente dei gialloneri, Alessandro Seritti – e ci siamo riusciti segnando 68 punti e subendone solo 3. Oggi – ha precisato – la mischia ha giocato una partita sopra le righe facendo la differenza in ogni fase di gioco. Stiamo migliorando partita dopo partita – ha concluso – grazie al lavoro di tutto lo staff “. I gialloneri sono partiti con la marcia ingranata portandosi in vantaggio dopo pochi minuti con una trasformazione del capitano ,Roberto Lanciotti, seguita dalla stupenda meta di Michele Costantini che, dopo un’azione personale, ha schiacciato la palla sotto i pali, sfruttando una disattenzione dell’estremo avversario. Il primo tempo si è concluso sul 16 a 0 grazie ad un altro calcio piazzato di Lanciotti realizzato da una distanza di 65 metri. Nella ripresa i marsicani hanno marcato subito un’altra segnatura siglata dal pilone Giovanni Ranalletta incrementando il vantaggio sui siciliani. La partita si è conclusa con una meta tecnica conquistata dalla mischia giallonera che ha costretto ripetutamente al fallo il pack siciliano e poi con la meta del bonus realizzata dal numero dieci, Dario Pallotta. Da segnalare la grande prestazione della mischia giallonera esaltata dalle giocate del flanker Marco Cesarini e del mediano di mischia Pierpaolo Angelozzi che ha sostenuto una prestazione eccellente sia in attacco sia in difesa.” Siamo scesi in campo con la giusta mentalità divertendoci dal primo all’ultimo minuto – ha commentato Angelozzi – vincendo contro una squadra ben organizzata come quella del Messina. Un ringraziamento speciale – ha concluso – va anche alle oltre 300 persone che ci hanno sostenuto sugli spalti, con lo stesso entusiasmo, per tutti gli 80 minuti permettendoci di raggiungere la vittoria”.

pagelle Avezzano vs Messina

pagelle della 5a giornata
AVEZZANO RUGBY-AMATORI MESSINA

C.T. ALBERTO SANTUCCI:
non può che ritenersi contento della prestazione, la squadra gioca bene ed inizia a girare davvero bene, schemi e giocate a parte si dice contento dell’ ottima difesa dei suoi. Le decisioni le prende lui, e sue sono glorie e responsabilità!
VOTO 8
PRAGMATICO

COACH LUCA TERRENZIO:
nel pre-partita fa un discorso con il quale esorta le capacità degli avversari definendoli precisi e ordinati in tutto, durante la partita si ricrede e cerca di spronare la squadra a cercare il punto di bonus. dopo il terremoto pare che la figlia se la tiene ad Avezzano.
VOTO 7+
LAURETTA MIA (BIS)

MASSIMILIANO URBANI:
lui è grosso e lo sà, rifila castagne su castagne ai diretti avversari, sull’ uno contro uno lo definiamo imbattibile. lo penalizziamo però perchè non ancora ha convinzione nei propri mezzi in mischia chiusa, non troppo però, perchè comunque và!
VOTO 7
GIU’ IL GETTONE

SIMONE LANCIOTTI:
precisione millimetrica in touche, vanno anche a lui i complimenti per la riuscita delle rimesse laterali, con un vento alternante riesce a mandare palle al terzo blocco come se fosse roba da poco. Nell’ ultima mezz’ora riceve una gran castagna dall’avversario, subito il placcaggio però si rialza e si scrolla le spalle.
VOTO 8
TOUCHE TARGET

GIOVANNI RANALLETTA:
gran partita per lui, ottima la prestazione in mischia chiusa, dà il meglio di sè in gioco aperto, è sempre al posto giusto nel momento giusto, corona l’eccellente partita con una meta, esce nell’ultima mezz’ora di partita esausto. bravo.
VOTO 8
BISCOTTO INZUPPOSO

ANTONIO VENTURINI:
inizia la partita subendo un gran placcaggio sulla presa al volo del calcio di inizio, nonostante ciò mette la palla a disposizione per far iniziare il match ai compagni nel migliore dei modi. Bene poi nel resto dell’incontro, svolge i suoi compiti e porta a termine una buona partita. bravo.
VOTO  7+
NON FA’ MALE

ANTONIO CO’FINI:
brilla di luce propria, disponibile e onnipresente. Inizia la partita sapendo che sarebbe stata tosta, nel corso della quale giudica la “machete” come giocata preferita della giornata in touche poichè gli avversari non riescono proprio a marcarla.
VOTO 7.5
LUNGIMIRANTE

COSTANTINI MICHELE:
inizia la partita con una meta su azione personale, batte una punizione veloce, sbaglia il 2 contro 1 e capendo subito l’errore fatto corre come mai per andare a caccia del pallone, ruba la palla dalle mani dell’ avversario ed entra in meta sotto i pali. Si sdebita dell’ errore ed evita l’imminente sostituzione. Il placcaggio è una delle sue qualità e prova a dimostrarlo. ottime le touche gestite nel migliore dei modi.
VOTO 10
IL MIGLIORE

MARCO CESARINI:
ottima la sua partita, in difesa è una porta chiusa senza alcuna scusa, in attacco sempre disponibile. ad un certo punto della partita si rende conto che la terza linea avversaria guarda lui ed il suo compagno di reparto terrorizzato, e lui ne trova gran gusto.
bravo.
VOTO 8
E’ QUI LA FESTA?

ALESSIO MANCINELLI:
ottima la sua partita, in attacco porta avanti molti palloni e fà sembrare semplice superare gli avversari, in difesa fà ciò che gli riesce meglio, in maul mettere le mani sulla palla e forzare un turn over per lui è un gioco da ragazzi. Dobbiamo ammettere che oggi s’è guadagnato la stozza.
VOTO 8
K 2

MISCHIA IN GENERALE:
gli avversari fisicamente più grandi senza ombra di dubbio accusano la potenza della mischia marsicana. I loro potenti fisici non possono nulla contro l’ estrema “rozzezza” dei barbari avezzanesi, le loro tattiche fisiche non scalfiscono la difesa dei primi otto marsi.
VOTO 9.5
MEN OF THE MATCH
NEC SINE MARSIS NEC CONTRA MARSOS

(PUBBLICITA’)….. tarattarà-tarattarà-tà-tà… “CAFFE’ COFINI, l’arte del caffè in grani!”

PIERPAOLO ANGELOZZI:
ormai è il fratello che piange da sopra gli spalti, lui esita ma inizia ad essere geloso del suo gemello in campo.
Con una mischia così il mediano non poteva che essere da meno, fà una partita esemplare, sia in difesa che in attacco. bravo l’ hobbit di casa Terramana che guida la sua mischia alla vittoria.
VOTO 8.5
CONDOTTIERO DELLA COMPAGNIA DELL’ANELLO

DARIO PALLOTTA:
non è la sua miglior partita, ma la differenza riesce a farla in qualunque condizione, dichiara di essere 3 kg sopra, ma li sfrutta per andare a rompere gli argini avversari fino a trovare il varco allo scadere ed a regalare ai suoi la quarta meta ed il conseguente punto bonus. Anche oggi si fà carico delle premonizioni di JOSEPH “BUGO” MARIA DE LA GUAINA, der tortora che prevede una gran vittoria.
VOTO 7.5
BALL CARRIER

FEDERICO MARI:
chiamato poco in causa, non si tira mai indietro soprattutto in fase difensiva. In fase offensiva riesce in alcune occasioni a mettere in moto il compagno di reparto facendo guadagnare molti metri alla linea amica. Nessuna sberla in viso di nessuno per quest’ oggi, peccato.
VOTO 7.5
LUCHESE

MOHAMED LAMIN TRAORE’:
una delle sue migliori prestazioni, compie 30′ anni e festeggia nel migliore dei modi. Ottimo in attacco, riesce a recuperare 2 palloni pessimi senza fare “avanti” trasformandoli in palloni dorati. In difesa è stato visto strappare il petto ad un avversario con una sola manata.
grande papà momò!
VOTO 8
MANI FATATE (non pensate a male)

MARCO TALAMO:
apprezzabile il suo gesto, sicuramente da elogiare, fa un ottimo primo tempo e nell’ inizio della ripresa chiede la sostituzione perchè esausto fisicamente. quindi noi gli diciamo bravo per aver pensato al bene della squadra piuttosto che alla propria partita, insomma si mette da parte l’egoismo personale per il bene del collettivo.
VOTO 7
SBRATTINO

ROBERTO PUJA:
a fine partita si vanta della sua prestazione chiedendo alla redazione “pagelle” di esaltare la sua prova. Noi gli diciamo bravo, ma senza esagerare perchè il “pujaaaaaaa…” da parte del C.T. SANTUCCI anche oggi è partito, siamo convinti che i suoi piccoli errori derivano da uno stato mentale poco rilassato e spesso in agitazione. bene comunque.
VOTO 7
TAKE IT EASY

ROBERTO LANCIOTTI:
questa volta il fratello non ha possibilità di manomissione e i propri punti al piede se li prende, giustamente, lui. Inizia a diventare una condanna dei falli da parte degli avversari, i quali non possono sentirsi tranquilli neanche da 65 mt di distanza. che piede ragazzi, e che capitano! il suo voto prende forma anche da un suo gesto che pochi sanno, da capitano appunto, lui ogni volta pulisce gli spogliatoi uscendo con l’ ultimo, che è sempre Michelino.
VOTO 9
MARSICAN SNIPER BIS

PANCHINA:

LUCA RECCHIA:
entra in campo con un compito, ridare potenza alla prima linea esausta, e lui lo fà nel migliore dei modi, tenta anche di marcare la meta ma trova una porta chiusa, castagna anche per lui in questo caso. Riesce a far sembrare semplice il ruolo del pilone come pochi saprebbero fare.
VOTO 7.5
SEMPRE PIU’ PILONE

ANDREA GENTILE:
per noi lui è qualcosa di eccezionale, è poco il tempo che ha a disposizione, ma lo sfutta benissimo. il voto che gli diamo però non è per la prestazione in campo, ma per la sua forma mentis, ha capito più di tutti cosa vuol dire entrare in un gruppo, e far sì che ci si senta parte di esso. grande merendina.
VOTO 8
LEGGERO

ANTONIO PELINO:
anche per lui è poco il tempo in questa giornata, ma lui sprezzante di ciò entra in partita da subito, e si mette a disposizione. bravo il Plinio.
VOTO 7
ANTONIO PELINO ALE’ OH OH
GIUSEPPE VOLPE:
sarà che entra a partita sicura, ma appare più leggero e fluido nell’ ultima azione si prende una grossa responsabiltà muovendo il pallone a Pallotta il quale si sente la pressione addosso di 4 avversari, ma a lui sentirsi stretto e costretto non và molto a genio e rompe la linea entrando in meta. Forse il Beppe lo aveva previsto.
VOTO 7 +
BRAVA CHIARA

SIMONE PISTILLI:
entra al posto di Talamo e si rende conto che la partita è dura, e che la combatteranno gli avanti in primis e che il reparto veloce dovrà finalizzare nelle poche occasioni, lui si mette a disposizione per provarci ma non riesce ad andare. comunque bene, ci è parso più dentro i meccanismi della squadra e crediamo che sia la sua prestazione migliore. Sappiamo che per lui non è affatto facile ma è sulla giusta strada.
VOTO 7
ABBIATE FEDE

LUCA AMICUCCI:
se non facciamo errori è il suo esordio in questa stagione (il che vuol dire pastarelle del venerdì) il minutaggio a lui disponibile è davvero pochissimo, giusto il tempo di toccare un pallone difficile e trasformarlo in azione veloce, bravo per quello che gli è stato concesso, si guadagna la stretta di mano da compagni, amici e parenti.
VOTO 7.5
JE FIJE DE ARISTIDE

COME SEMPRE:

-VOTO A CHI NON ERA PRESENTE ALLA PARTITA “1 – -”

-VOTO A CHI C’ERA MA E’ ANDATO SUBITO VIA “4.5”

IN QUESTA GIORNATA VORREMMO IN QUALCHE MODO OMAGGIARE LE POPOLAZIONI SCOSSE DAL TERREMOTO AUGURANDOGLI DI TORNARE ALLA NORMALITA’ IL PRIMA POSSIBILE DANDO UN BEL “10 e lode” A LORO E ALLA LORO FORZA D’ANIMO.

                                                                                                                                                                                                         Michele COSTANTINI

Avezzano contro il Messina in cerca della seconda vittoria consecutiva

L’Avezzano rugby cerca la seconda vittoria consecutiva in casa per mantenere il vertice della classifica che la vede al terzo posto, a pari punti con Civitavecchia e dietro solo a Capitolina ed Afragola. Domenica, infatti, i gialloneri guidati dai tecnici Alberto Santucci e Luca Terrenzio, incontreranno, sul campo di via dei gladioli, il Messina, che occupa l’ottava posizione nel girone e che la scorsa giornata ha trovato il successo in casa contro la Rugby Roma. ” Non sarà una partita semplice da vincere – ha commentato Santucci – ma noi stiamo dimostrando di essere una squadra che quando scende in campo con la mentalità giusta riesce sempre a trovare il successo”. In settimana i gialloneri si sono allenati con la serenità di una squadra sicura dei propri dei mezzi e che giornata dopo giornata migliora in ogni fase di gioco, senza ,però, mai abbassare la guardia. ” Ci alleniamo sempre con umiltà – ha sostenuto Terrenzio – anche perchè siamo una squadra giovane che sta cercando di trovare l’amalgama necessario per fare bene, soprattutto in futuro”. Nel frattempo,in settimana, tutto il movimento giallonero si è unito intorno al centro Mohamed Lamina Traore che ha festeggiato il suo trentesimo anno di età. Il fischio d’inizio è previsto per le 14 e 30, arbitra Daniele Cerino.

Pagelle della 4a giornata AVEZZANO-COLLEFERRO

le-pagelle


C.T. ALBERTO SANTUCCI
alietato da un ottimo inizio di partita che vedono la sua squadra portare a segno punti con la media di un punto al minuto, frustrato per il resto della partita da molti errori e pochi momenti incisivi, non può fare altro però che dire bravi ai suoi giocatori nel dopo partita, e rimandare le cazziate al martedì
VOTO 7.5
PURGATO

COACH LUCA TERRENZIO
uomo molto provato dall’ allontanamento di sua figlia che per motivi universitari non è più a casa, appare vuoto e pieno di tristezza, speriamo che passi questo momento triste per lui.
VOTO 7
LAURETTA MIA

MASSIMILIANO URBANI
lui di mestiere fa il pilone, e lo è dentro e fuori, che partita ragazzi, non lascia neanche le briciole in mischia chiusa e in gioco aperto è un punto fermo della squadra, nel post partita dichiara “ringrazio costantini per l’ assist, quando l’ ho visto di giocare la punizione veloce ho pensato che era mio dovere schiacciare l’ ovale in meta e questo ho fatto”
VOTO 8
PURGANTE 🔝

SIMONE LANCIOTTI
gioca la palla, placca e va bene sia in mischia ordinata che nel lancio in touche. fà una meta in velocità e se ne vanta nel dopo partita, e nonstante ciò vengono attribuiti a lui i punti sengati dal fratello.
VOTO 7.5
OPPORTUNISTA 🔝

FEDERICO LAGUZZI
lo rivediamo dopo qualche tempo entrare di nuovo in campo con la squadra maggiore, il non ancora maggiorenne fà una partita da manuale, per la prima volta gioca nel ruolo che più sente suo con la prima squadra ed è fenomenale, le sue dichiarazioni post partita “cert che quie pilone era bass forte, ma i me sò abbassato di più e me je sò portat!”
VOTO 8.5
MAN OF THE MATCH 🔝

LORENZO TULLIO
sempre più convinti che non parliamo di “umano” e di “normale”, la sua forza inizia a far paura anche ai suoi compagni, beve rum e mangia zenzero nel prepartita e si fa iniezioni da solo, prende un cartellino per non aver rispettato i 10 mt in modo abbastanza “evidente”.
VOTO 6.5
PILOTA 🔶

ANTONIO CO’FINI
appare un pò fuori giri oggi, a sprazzi bene ma nel secondo tempo segue Tullio e prende un giallo per una reazione che lo porta a tirare un gancio a colui che lo placca al collo. nel post partita dichiare “bone sse’ pop corn, ahahahahahahah…”
VOTO 6.5
CAFFE’ COFINI 🔶

MICHELE COSTANTINI
di solito la sua partita prende forma in difesa, ma oggi lui gioca anche palla alla mano, anche se lo fa in mode chiaro scuro, nel post partita dichiara “giuro che sul 3 contro 1 i miei compagni nè li ho visti, nè li ho sentiti, peccato!”
VOTO 10
IL MIGLIORE 🔛🔝

MARCO CESARINI
ottimo in difesa sempre presente, meno in touche ma è comprensibile dato il cambio ruolo, propizio in attacco, sbuca all’ improvviso e serve il Pallotta alla marcatura della meta.
VOTO 7
BIONDINO

ALESSIO MANCINELLI
lo vorremmo più presente e lo vorremmo al suo pieno ritmo, sà fare di più e può fare di più, il minimo sindacale non basta più per una squadra come questa. ci aspettiamo che a fine campionato sia il miglior marcatore della mischia.
VOTO 7
SINDACALISTA

PIERPAOLO ANGELOZZI
il nano si è scrollato di dosso ormai lo spettro del fratello mandando quest’ultimo a funghi nelle domenice autunnali, in difesa è la quarta “terza linea” placca come pochi e non smette mai, in attacco riesce a prendere le misure da una difesa opprimente e nella gran parte dei casi in fuori gioco.
VOTO 7.5
LO HOBBIT

DARIO PALLOTTA
che partita che fà, recuperato lo strappo scende in campo e lo fà nel migliore dei modi, porta a segno due marcature predette dall’ ormai profeta JOSEPH HUGO MARIA DE LA GUAINA. nel dopo partita dichiara “rum e zenzero? da pazzi, ma lo riproverò!”
VOTO 8
TULLIO DOCET 🔝

FEDERICO MARI
eccolo, era proprio di prestazioni del genere che parlavamo, siamo abituati a questo suo modo di giocare, il migliore dei tre quarti, ottima ciccio. racconto (papabile anedoto di squadra) del dopo partita: frontina un avversario il quale esclama “oh ma che fai, m’ hai preso in faccia e tenevo la bocca aperta!” prendendosi una risposta secca dal nostro ciccio che esclama “chiudila!”.
VOTO 8+
CHIUDILA 🔝

MOHAMED LAMIN TRAORE’
appare stanco un questa giornata, a sprazzi chiaro-scuri è lui che raccoglie più grida da parte del C.T. SANTUCCI, finita la partita porta in campo il motivo della sua stanchezza, il mitico Robertino, bimbo di grande spessore e grande orgoglio della famiglia Lancia/Traorè.
VOTO 7
ME LO COMPRI PAPA’!?

ROBERTO PUJA
poco grip sulla partita da parte sua, di certo non la sua migliore prestazione, troppo poco presente. ma noi sappiamo che la sua forma fisica c’è, come sappiamo che ci sono partite no, ce lo aspettiamo tornare tra i top.
VOTO 6
CONCENTRAZIONE

MARCO TALAMO
sembra che il balordo inizia a prendere gusto ad andare all’ impatto secco contro i difensori, attenzione a non esagerare, andare contro ad un completo schieramento di tuoche avversario dopo una presa al volo può essare decisamente avventato.
VOTO 7.5
MASOCHISTA TATUATO

ROBERTO LANCIOTTI
beh che dire, regala una 100% di trasformazione alla squadra, tenta degli inserimenti perfetti in attacco che sembrano penetrare la difesa come se fosse burro. nel post partita sull’ autobus per Terrramo ha tempo di leggere i tabellini e si rende conto che le sue marcature sono state affibiate a suo fratello maggiore dichiarando “ci mancano solo i punti che segno, fategli prendere tutto ma le trasformanzioni sono mie!”
VOTO 7.5
LADRIIIII 🔝

PANCHINA:
c’è da precisare che per la prima volta dopo parecchio tempo la panchina è stata fatta da “riserve di lusso” i quali una volta entrati hanno dato un plus al gioco ed hanno lavorato per la partita in modo efficace.

ANDREA GENTILE
vecchio migliore in campo e ormai eroe per molti, nel post partita porta del tiramisù fantastico per i suoi compagni.
VOTO 7.5
CHI NON LAVORA NON FA’ L’ AMORE

CRISTIAN MARTINI
entra in campo con il giusto grip ma non porta a termine il compito a lui affidato, avrebbe dovuto marcare una meta per non pagare una birra dopo aver perso una scommessa. ci aspettiamo le birre ormai diventate due venderdì sera
VOTO 7
NINETTO

LEONARDO DEGNI
perfetta la sua partita in difesa, entra e fa capire che lui sà starci in mezzo al campo, in mischia chiusa dà freschezza ed in touche si fà trovare pronto all’ occorrenza, bravo.
VOTO 7.5
FIDANZATO 🔝

ANTONIO PELINO
gli dicono di entrare in campo e lui lo fà in modo esemplare, gioca da esperto e sembra che il nuovo ruolo di terza linea gli inizia a piacere davvero
VOTO 7
MANDRINO

DAMIANO MASTRODDI
lui è un possibile prossimo futuro, nonostante i pochi minuti a lui disponibili entra in campo e non perde tempo, placca qualsiasi cosa si muova vicino a lui.
VOTO 7.5
FRESETTA 🔝

GIUSEPPE VOLPE
entra in campo e sembra che vuole riscattarsi dalle precedenti partite, a tratti lo fà e noi ci apsettiamo che lui lavori di più per tornare nella sua miglior forma
VOTO 7
GIOVANOTTO

SIMONE PISTILLI
giusto il tempo di entrare in campo, prende una sveglia in viso, placca e coglie il momento giusto per fare un intercetto da manuale, purtoppo seguito da un fischio dell’ arbitro per un fallo precedente, lui non si ferma e costringe l’arbitro a sparare in aria un colpo d’ avvertimento per stopparlo.
VOTO 7
TENTATO

-VOTO A CHI NON ERA ALLA PARTITA
1 – –

-VOTO A CHI ERA ALLA PARTITA MA E’ ANDATO VIA SUBITO DOPO
4.5

-VOTO A CHI NON E’ TORNATO AL CAMPO PER LA CENA DI SQUADRA
2.5