Il rugby come scuola di vita

alessandroseritti

Ecco a Voi una interessante intervista rilasciata dal Presidente Alessandro Seritti alla rivista online Blog2487

Cliccate quì e buona lettura!

 

Vittoria fuori casa contro la favorita

Guadagnarsi un posto nel campionato elite under 16 è l’obiettivo dei giovani atleti dell’Avezzano rugby (classe 2001-2002) che domenica scorsa hanno battuto, fuori casa, la favorita del girone, Villa Pamphili, per 34 a 5. I ragazzi allenati da Luca Di Giulio e Lamberto Ranaletta domenica prossima, sul campo di via dei gladioli, alle 11, affronteranno la franchigia romana composta da giocatori provenienti da Latina e Ceccano. L’obiettivo è vincere il barrage – ha dichiarato Di Giulio- per conquistare un posto nell’élite del rugby giovanile e consentire ai nostri ragazzi di affrontare formazioni provenienti da tutta Italia maturando così un’esperienza di gioco senza paragoni”. Domenica 25 settembre, invece, l’Avezzano rugby affronterà l’ultima partita del girone contro una formazione romana che attualmente occupa il primo posto insieme ai giallo-neri. Centrare questo obiettivo significherebbe per l’Avezzano un vero e proprio salto di qualità che si aggiungerebbe agli ottimi risultati dell’under 18. ” E’ importante essere concentrati come domenica scorsa – ha dichiarato Ranalletta – per poter gestire la partita nel migliore dei modi”.

La primA volta non si scorda mai

“La primA volta non si scorda mai”. Potrebbe sembrare una frase rimbalzata da un forum di coppia ma questa volta non è così. Stiamo parlando della festa organizzata da giocatori e tifosi per festeggiare la prima promozione in serie A dell’Avezzano Rugby. Sul campo dei via dei gladioli, infatti, il weekend scorso, appassionati, tifosi e giocatori si sono ritrovati per ricordare la gloriosa vittoria contro il Viterbo, avvenuta nel 2006 che consegnò le chiavi di accesso al rugby di alto livello al club giallonero. Nel corso dell’evento molti sono stati i documenti video e fotografici riproposti e vari sono stati i riconoscimenti consegnati a chi si è contraddistinto per determinati valori nel corso degli anni. ” Sono onorato – ha commentato la terza linea Gabriele Marcanio dopo aver ricevuto il premio Giovanni Stornelli -, far parte di questo gruppo mi ha sempre permesso di avere accanto grandi uomini che, sia fuori dal campo, sia dentro, sono sempre stati a disposizione”. Il premio è un riconoscimento consegnato al giocatore che si è contraddistinto per la serietà in campo e per lealtà e rispetto.

MEMORIAL ANTONIO PELINO, AD AVEZZANO IL RUGBY NON HA ÈTÀ

È dentro ogni uomo il desiderio di lasciare un segno, seppur piccolo, nell’universo. Ed Antonio Pelino lo ha lasciato nel cuore di tutti gli appassionati della palla ovale, e non solo. Domani, infatti, alle 15,30, presso lo stadio dei gladioli di Avezzano si terrà l’ottavo memorial in onore del commerciante di Avezzano, scomparso 8 anni fa. Sul manto erboso scenderanno in campo quattro rappresentative di rugbysti senior ( Avezzano old rugby, Cus Roma, Amici del rugby e Santa Maria Capua Avetere) che ai sfideranno per vincere il trofeo. ” Una persona speciale che è sempre stata vicino al movimento – ha commentato il presidente della old Rugby Avezzano, Aristide Amicucci – e per questo abbiamo dedicato a lui quello che oggi è diventato uno dei tornei più ambiti di categoria”. Alla manifestazione sportiva parteciperà anche Marko Protega, segretario dell’associazione rugbysti old europea.