MEMORIAL ANTONIO PELINO, AD AVEZZANO IL RUGBY NON HA ÈTÀ

È dentro ogni uomo il desiderio di lasciare un segno, seppur piccolo, nell’universo. Ed Antonio Pelino lo ha lasciato nel cuore di tutti gli appassionati della palla ovale, e non solo. Domani, infatti, alle 15,30, presso lo stadio dei gladioli di Avezzano si terrà l’ottavo memorial in onore del commerciante di Avezzano, scomparso 8 anni fa. Sul manto erboso scenderanno in campo quattro rappresentative di rugbysti senior ( Avezzano old rugby, Cus Roma, Amici del rugby e Santa Maria Capua Avetere) che ai sfideranno per vincere il trofeo. ” Una persona speciale che è sempre stata vicino al movimento – ha commentato il presidente della old Rugby Avezzano, Aristide Amicucci – e per questo abbiamo dedicato a lui quello che oggi è diventato uno dei tornei più ambiti di categoria”. Alla manifestazione sportiva parteciperà anche Marko Protega, segretario dell’associazione rugbysti old europea.

CONQUISTATA LA SALVEZZA IN B, VITTORIA DEDICATA A SANTUCCI

L’Avezzano rugby conquista la salvezza matematica e dunque la permanenza nel campionato nazionale di serie B vincendo in casa 8 a 6 contro il Napoli. “È stata la vittoria più importante della stagione – ha commentato il capitano dei gialloneri, Roberto Lanciotti – e la dedichiamo al nostro allenatore Alberto Santucci”. Il coach, infatti, venerdì scorso ha accusato un malore durante uno spettacolo teatrale, ma nonostante questo, oggi, ha assistito da fuori alla vittoria dei suoi ragazzi. ” Abbiamo raggiunto il traguardo stagionale nonostante le difficoltà iniziali che ha dovuto affrontare la nostra nuova società – ha specificato Il presidente, Alessandro Seritti – e per questo è stato fondamentale mantenere la categoria”. I gialloneri hanno ribaltato lo svantaggio iniziale di 6 punti grazie ad una punizione del capitano e ad una meta di Giovanni Angelozzi e soprattutto alla grande voglia di vincere malgrado qualche problema in mischia dovuto a varie assenze. ” È stata una vittoria voluta dai ragazzi – ha sostenuto l’allenatore Luca Terenzio che insieme a Santucci ha conquistato questo traguardo -, oggi erano tutti preparati e concentrati per la gara ed è stato fondamentale vincere e salvarsi con una giornata d’anticipo anche per la crescita individuale di tutti gli atleti soprattutto – ha concluso – di quelli più giovani che in questa stagione hanno fatto la differenza”.