ISWEB Avezzano Rugby: 13 e sto. Una prestazione sontuosa per sconfiggere la capolista Primavera

Avezzano. L’ISWEB Avezzano Rugby sconfigge la Primavera Rugby, già vincitrice del campionato, e chiude al secondo posto in classifica. Grazie a due mete di Lorenzo Mammone, una di Cristian Martini e tre trasformazioni più una punizione di Jesse Du Toit, i gialloneri allenati da Pierpaolo Rotilio hanno mantenuto salda la seconda posizione in classifica. Il risultato finale di 24-22 ha premiato il quindici marsicano, sceso in campo determinato a mettere in cassaforte la partita fin dai primi minuti.

Serie B - ISWEB Avezzano Rugby vs  U.S. Primavera Rugby

Avezzano batte la capolista e spera nel ripescaggio in A

Due mete nel primo quarto d’ora hanno consentito all’ISWEB Avezzano Rugby di gestire la partita, continuando a macinare gioco e chiudendo il primo tempo avanti nel punteggio. All’inizio del secondo tempo una meta di Mammone su una bella giocata di Davide Bernardi ha consentito agli orsi marsicani di allungare ancora. I gialloneri hanno dominato a lunghi tratti la partita, specialmente in mischia chiusa che in più circostanze ha letteralmente preso in giro con il pack avversario, e sono stati capaci di soffrire anche quando, a causa di due cartellini gialli in pochi minuti, si sono trovati a giocare in 13 contro 15.

Una prova d’orgoglio, di carattere e di grande competenza tecnica ha consentito di portare a casa la tredicesima vittoria consecutiva, quest’ultima contro la prima della classe. La Primavera, infatti, si era presentata alla partita di ieri con sole vittorie all’attivo e la voce “sconfitte” era affiancata da un clamoroso zero. Che ieri è diventata uno. Presente anche il pubblico delle grandi occasioni, letteralmente il sedicesimo uomo in campo, che ha sostenuto la squadra con passione ed entusiasmo.

Con la vittoria di ieri che ha consolidato il secondo posto in classifica, l’ISWEB Avezzano Rugby può sperare nel ripescaggio in serie A. Regolamento alla mano salgono di categoria solo le squadre vincitrici dei quattro gironi di serie B (dove quest’anno i gialloneri hanno giocato) ma, tenendo in considerazione alcuni precedenti storici, la possibilità è aperta. Nei prossimi giorni si saprà di più.


La vittoria è stata dedicata a Francesco “Checco” Ulanio, a lungo giocatore dell’Avezzano Rugby, preparatore atletico e collaboratore della società, venuto a mancare ieri mattina.
Un amico di tutti, generoso e disponibile, gentile e cordiale, con una passione infinita per il mondo della palla ovale e per aiutare i piccoli rugbisti a coltivare i loro sogni sportivi.

Francesco Ulanio
Francesco Ulanio

Così Alessandro Seritti, presidente del club. “Una domenica particolare, iniziata con la grande gioia in vista del big match e diventata improvvisamente triste appena appresa la notizia della scomparsa di Checco. Il mio pensiero personale e quello di tutta la società va alla sua famiglia che stringiamo in un forte abbraccio. Riguardo la partita sono orgoglioso di rappresentare un gruppo di ragazzi che, con gran voglia di giocare e stare insieme, ha concluso il campionato al secondo posto in classifica, dimostrando il loro reale valore.
Un ringraziamento va anche al pubblico che ieri ha risposto numeroso al nostro appello, è bello vedere lo stadio pieno”.

Una partita molto complicata e nervosa. abbiamo avuto un tempo a testa, complice anche la giornata ventosa. La differenza è stata fatta dal gioco al piede perfetto di Du Toit e dal cuore che i ragazzi hanno messo in campo. Un pensiero all’amico Checco che ci ha accompagnato in questo percorso. A lui dedichiamo questa vittoria”, ha commentato l’head coach Pierpaolo Rotilio a fine partita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: