Rugby, l’ISWEB Avezzano sconfigge il Messina e si conferma al secondo posto in classifica

Avezzano. Ottava vittoria consecutiva per l’ISWEB Avezzano Rugby che sul campo di casa sconfigge il Messina Rugby col punteggio di 40 – 7. I gialloneri dell’head coach Pierpaolo Rotilio si confermano ai piani alti della classifica, determinati a lottare fino alla fine del campionato. 

Atleti: tre quarti - avezzano rugby

Le mete sono state di Roberto Lanciotti (2), Simone Lanciotti, Lorenzo Mammone, Bogdan Georgescu e Cristobal Lopez. Jesse Du Toit ha trasformato cinque dei sei calci aggiuntivi.

Sapevamo che non sarebbe stata una partita facile, soprattutto dopo la pausa pasquale. Nel primo tempo siamo riusciti a sfruttare la nostra la touche ed il gioco a largo dei tre quarti riuscendo a segnare più volte“, ha spiegato l’estremo Roberto Lanciotti.
Nel secondo tempo, complice un calo fisico, abbiamo avuto più difficoltà a marcare ma siamo riusciti a mantenere la concentrazione e a portare a casa la partita. Sfrutteremo le prossime due settimane per affinare gli aspetti di gioco dove dobbiamo migliorare“.

L’ingresso in campo della squadra è stato positivo, siamo stati da subito molto determinati e abbiamo messo in cassaforte la partita. Dobbiamo, però, imparare a mantenere alto il livello d’intensità e concentrazione per tutta la partita, evitando errori stupidi o di superficialità. La maturità di una squadra si vede anche in questo“, ha commentato il pilone Davide Di Roberto.


FESTA DELLA MADONNA DI PIETRAQUARIA

Avezzano, i fuochi che non si accendono: il Covid ferma la festa del Campo da Rugby

festa della madonna di pietraquaria - Focaracci

La notte dei focaracci, come molte altre occasioni in cui il sacro ed il profano trovano un modo tutto loro di mescolarsi, ha visto imporsi per ben 15 anni ad Avezzano una sorta di fermata inedita ed obbligata: quella del campo da rugby. Lì, nelle mani sicure di una squadra che costruisce tradizionalmente i suoi successi sullo spirito del gruppo, centinaia di avezzanesi (in particolar modo ragazzi), hanno trovato la tappa privilegiata della loro notte del 26 Aprile. Ebbene, nell’anno del ritorno della tradizione, Avezzano si troverà improvvisamente priva del suo punto di riferimento princiapale: il Comitato Prima Squadra dell’Avezzano Rugby, rappresentato nell’intervista alla nostra testata da Michele Costantini, non ha potuto infatti organizzare la consueta festa.

Abbiamo deciso di non fare la festa a causa delle restrizioni Covid: ci sarebbe stata molta gente da noi, e questo era troppo rischioso visto il momento che si vive” ha iniziato, con dispiacere, Costantini. Queste le sue altre parole, per spiegare l’assenza di un evento così sentito: “Abbiamo anche valutato di restringere la dimensione dell’evento e di fare una festa ad invito, ma alla fine abbiamo deciso di evitare perché avrebbe tradito lo spirito iniziale… peraltro, le persone sarebbero venute in automatico al campo da rugby, e l’evento avrebbe preso le misure consuete. Così, dopo 15 anni di organizzazione, in questo 2022 anche noi andremo in giro noi a goderci i vari fuochi in città“.

La difficoltà organizzativa è presto spiegata da Costantini: “Noi facciamo una vera e propria festa, diversa dal focaraccio tradizionale. Non farla per convogliare tutti gli avezzanesi nello stesso posto non avrebbe avuto senso… È un grande rammarico, anche con il Comune di Avezzano abbiamo provato fino alla fine a trovare una soluzione ma ci sono stati problemi con la Prefettura… serviva tanta documentazione, c’era molta burocrazia, così abbiamo deciso di non organizzare l’evento. Un vero peccato: l’anno prima del Covid era stato il quindicesimo di fila, la festa al campo da rugby era ormai diventato un simbolo“.

Un dolore, l’ennesimo, che la pandemia da coronavirus conferisce alla comunità marsicana.

Diventa sponsor dell'Avezzano Rugby

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: